Viaggiare sicuri in Giordania, tra mete romantiche e avventure

«Travel is the healthiest addiction»
Dieci motivi per viaggiare in Giordania | Oltreconfine Viaggi

Viaggiare in Giordania è un’esperienza unica, e oggi voglio darti dieci motivi per visitarla. Da secoli questa straordinaria meta incanta i visitatori con i suoi siti Patrimonio dell’ Umanità, le città ospitali e i suggestivi paesaggi desertici, dai tempi in cui le carovane percorrevano la leggendaria Strada dei Re trasportando incenso in cambio di spezie.

Crociati, nabatei, romani e musulmani, e molti altri hanno raggiunto in epoche passate questa terra, lasciando dietro di sé monumenti spettacolari, fra cui teatri romani, castelli crociati e mosaici cristiani, che avrebbero più tardi attirato temerari viaggiatori.

I territori desertici non non sono però confinati nella zona sud-orientale del paese: comprendono un lago salato nel punto più basso del pianeta, gole che stagionalmente si riempiono d’acqua, oasi di palme e un’esplosione di fiori primaverili fra aride colline. Per visitare i principali bastano un minimo di organizzazione e un budget contenuto.

Attraversando il Wadi Rum al tramonto, capirete perché Lawrence d’Arabia si innamorò di questa terra di arenaria erosa dal tempo e da dune rossastre.

Nell’articolo di oggi scopriremo perché la Giordania è un’ottima meta sia per ipotetici viaggi romantici, che per esperienze avventurose legate a paesaggi in grado di lasciare un’impronta nell’anima dei viaggiatori. Ecco dieci motivi per i quali dovresti visitare questo straordinario paese.

1
Lingua e valuta: Le lingue locali parlate sono l’inglese e l’arabo. La valuta corrente è il Dinaro Giordano. 1 Dinaro giordano equivale a circa 1,20€. Sportelli bancomat molto diffusi e carte d credito ampiamente accettate.
2

Ora: Jordan Time (2 ore avanti rispetto al GMT/UTC e un’ora avanti rispetto all’italia). Ora legale quasi coincidente con L’Italia.

3

Visti: visto rilasciato all’arrivo in aeroporto e presso quasi tutti i confini di terra per i cittadini italiani, svizzeri e di molte nazionalità. Acquistando il Jordan Pass  (www.jordanpass.jo) si accede senza code a Petra e a molti altri siti e si ha il visto gratis con soggiorni di tre notti.

1 Amman

In un paese tanto ricco di vestigia di antiche civiltà può essere difficile ricordare che la Giordania non è solo una reliquia del passato, ma è anche una nazione proiettata nel futuro. Il luogo migliore per cogliere la vitalità della moderna Giordania  e del suo dinamismo culturale è Amman, con i suoi ristoranti internazionali, la vita notturna cosmopolita  e i quartieri dello shopping alla moda. Ma la capitale ha molti tesori da offrire anche a chi ama la storia, incluse suggestive rovine romane e il bellissimo Museo della Giordania.

2 Storia biblica

Per molti viaggiatori la Giordania è molto più di una destinazione turistica: è una meta di pellegrinaggio cristiano, ricca di luoghi dal profondo significato spirituale. Tra questi figurano la Valle del giordano, dove si trova Betania al di là del Giordano, il sito in cui si ritiene che Giovanni abbia battezzato Gesù, e dove, secondo la Bibbia, le città di Sodoma e Gomorra furono distrutte dall’ira divina. Ma è forse il Monte Nebo il luogo che meglio di ogni latro trasmette la sensazione di trovarsi nella ‘Terra Santa’.

3 Turismo sostenibile

Da molti anni il nord-ovest della Giordania è in prima linea nello sviluppo di un turismo che coinvolga le piccole comunità, con iniziative lanciate dalla Royal Society of Nature in collaborazione con i villaggi locali. Nella Riserva Forestale di Ajloun, la promozione dell’artigianato locale garantisce un reddito alla gente del posto. Il turismo sostenibile offre molte opportunità, come seguire il Sentiero di Al Ayoun, gestito dalle comunità, che prevede il pernottamento in case locali, o imparare a raccogliere erbe, cucinare, allevare api e intrecciare cesti a Umm Qais.

4 Immersioni nel Mar Rosso

È risaputo che il Mar Rosso ha paesaggi sottomarini fra i più spettacolari al mondo. Il tratto giordano. Lungo il Golfo di Aqaba, è breve, ma rispetto ai paesi vicini è meno sfruttato e offre barriere coralline incontaminate, relitti e caleidoscopici giardini di corallo. Fare snorkeling e immersioni fra pesci damigella, tartarughe e cavallucci marini è un’esperienza indimenticabile che si può facilmente organizzare nei centri specializzati della vivace città balneare di Aqaba, partendo dalla spiaggia o con un breve tragitto in barca.

5 Wadi Rum

Ad affascinare Lawrence d’Arabia mentre attraversava a dorso di cammello la terra dei beduini non fu solo il paesaggio spettacolare del Wadi Rum, con le falesie d’arenaria brunita e le dune dai vividi colori, ma anche la tenacia di questo popolo nell’affrontare le difficoltà della vita ne deserto. Oggi è possibile avvicinarsi a quello stile di vita tradizionale, ma con qualche comfort in più, pernottando in uno degli accampamenti beduini nella solitudine del deserto.

6 Strada dei Re

Anche se non fu letteralmente percorsa da re, lungo questa strada si seguono le orme dei personaggi del passato: i nabatei, per esempio, la cui fiabesca città di Petra sorge al termine della Strada; i romani, il cui avamposto militare di Umm Rasas è un sito Patrimonio dell’Umanità, e i crociati che costruirono i castelli di Karak e Shobak. Orme più piccole appartengono a Salomè, che nel palazzo in cima alla spoglia collina di Mukawir eseguì la danza dei sette veli. Oggi la Strada si percorre in quattro ore di auto e merita almeno un paio di giorni.

7 Petra

Da quando l’esploratore svizzero Johann Ludwig Burckhardt portò alla luce questo sito nel 1812, l’antica città nabatea di Petra attira moltissimi visitatori, e non a caso, dato che è il fiore all’occhiello della Giordania. Quando la luce del tramonto accarezza i rilievi delle tombe rupestri, le facciate scolpite, le colonne e le parti di arenaria, la sua magia è irresistibile. Calcolate almeno due giorni per visitare degnamente il sito  e ammirate i monumenti principali nelle ore più indicate.

8 Mosaici di Madaba

Per secoli Madaba, all’inizio dell’antica Strada dei Re, è stata un punto di passaggio per le carovane dei mercanti, per gli eserciti che premevano sui confini di altri imperi e per i pellegrini guidati dalla fede alla ricerca della Terra Promessa. La città è riuscita a conservare la traccia di quegli scambi culturali nelle chiese, nei musei, nei mercati e nelle botteghe artigiane. Forse la migliore testimonianza di questo ricco passato sono i mosaici, una tradizione antica che sopravvive grazie alla scuola di mosaici locale.

9 Mar Morto

Galleggiare nel Mar Morto è un’esperienza unica  che vi farà apprezzare una delle peculiarità naturali del paese. ‘Galleggiare’ è la parla giusta: l’elevatissimo contenuto di sale di questa distesa d’acqua situata 415 m sotto il livello del mare rende infatti praticamente impossibile nuotare. L’esperienza si accompagna generalmente a un bagno di fango, a un po’ di relax sotto il sole e a un trattamento di benessere in una delle moderne e lussuose spa distribuite  lungo le rive del Mar Morto.

10 Sentiero della Giordania

Nonostante la Giordania non sia considerata una meta da escursionismo, vanta di un gran numero di validi sentieri che si snodano fra le riserve boscose del nord, sopra le cascate del Wadi Mujib, lungo le piste seguite dal bestiame a Petra e Wadi rum. Oggi molti di questi sentieri sono collegati in un unico itinerario lungo 650km, il Sentiero della Giordania, che si percorre in 36 giorni (42 se si effettuano soste per riposarsi).

Hai un viaggio in mente?
Richiedi un preventivo gratuito
Viaggiare sicuri con OC Viaggi

In periodi di incertezza, affidarsi a professionisti informati rappresenta una scelta obbligata. Noi di Oltreconfine Viaggi siamo solito fornire ai nostri clienti un supporto completo, sia in fase preparatoria che durante il viaggio stesso.   

Vieni a trovarci

Via del Commercio 26b

35036 Montegrotto Terme

      Post Correlati

      Leave a comment